Corso di formazione

Sistemisti di II livello in reti telematiche

VI Edizione

Profilo del Corso

 

Il Corso si prefigge lo scopo di formare figure professionali con conoscenze di base nella:
- comprensione e stesura delle specifiche tecniche
- progettazione e gestione efficienti
- sistemi telematici e reti di piccole (Reti in Area Locale - LAN) e medie dimensioni (Reti in area Metropolitana/Geografica – MAN / WAN)

Promotori & Partner

 

DITEN Dipartimento di Ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni dell’Università di Genova in collaborazione con Scuola Telecomunicazioni FF.AA. di Chiavari.

Destinatari del corso

 

Laureati in Fisica, Ingegneria, Informatica e Matematica.
Il dettaglio delle classi di laurea è indicato sul bando. Possono accedere anche i laureati in altre discipline e i diplomati che abbiano conoscenze e comprovata esperienza professionale coerente con il profilo del corso.

Il Corso sarà riservato prioritariamente agli allievi militari segnalati dalla Scuola di Telecomunicazioni delle FF.AA. di Chiavari.

Altre informazioni

 
Organizzazione didattica

L'attività didattica per un totale di 123 ore, si articola in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche e si svolgerà nel periodo novembre - dicembre 2020; la prima giornata di lezione si terrà il 23 novembre 2020.

Il programma didattico comprende:

1. Richiami generali
2. Modello di riferimento ISO/OSI
- Commutazione di pacchetto e circuito. Motivazioni di un modello funzionale. Principali tecnologie e mezzi trasmissivi. Funzionalità del data-link: principali standard e prodotti. Livello 3: funzioni di commutazione e instradamento
3. Architettura DoD
- Confronto con modello ISO/OSI. Il livello IP: tecniche di numerazione, usa della netmask, concetto di rete. Routing a maschera variabile (VLSN). Protocolli ICMP e TCP.
4. Apparati di rete
- Varie tipologie di cablaggio. HUB: funzionalità e impieghi. Bridge e switch: funzionalità e impiego. Wireless Access point. Router commerciali e open, basati su sistema operativo Linux.
5. Gestione avanzata degli apparati per LAN
- Link aggregation: motivazione e limiti di impego. Standard (IEEE 802.3ad) e modalità
- operative.
- Realizzazione di infrastrutture di rete faul-tollerant: motivazioni, vantaggi e svantaggi, principali
- algoritmi (spanning tree) e standard (IEEE 802.1D).
- Virtual LAN (VLAN): definizione, motivazioni e limiti di impiego. Trunking di VLAN.
- Principali standard: IEEE 802.1q e VTP.
- Amministrazione delle LAN e VLAN: monitoraggio degli apparati e controllo degli accessi.
- Protocolli e strumenti per l’autenticazione (IEEE 802.1x, RADIUS). Cenni sul NAC di Cisco.
6. Gestione avanzata delle reti IP
7. Switch di livello 3
- Architettura e funzionalità. Inter-VLAN routing.
8. Tecnologie emergenti per l’interfacciamento con le reti geografiche
- Tecnologia ATM: elementi base. Sistemi xDSL: definizione e caratteristiche tecniche di base. Protocolli di livello 2 per WLAN: PPPoATM, PPPoE
9. Routing IP
- Routing statico e dinamico. Algoritmi di routing: distance vector e link state packet.
- Routing statico e dinamico. Algoritmi di routing: distance vector e link state packet. Concetto di
- Autonomous System (AS). Protocolli dinamici per il routing interno all’AS: RIP, EIGRP e OSPF. Esempi di configurazione.
- Protocolli dinamici per il routing fra AS: EGP e BGP (cenni).
10. Sicurezza nelle reti dati
11. Protocolli per la realizzazione di canali “sicuri”.
- Concetto di tunneling e principali protocolli: IPIP, GRE. Nozioni di base sulla cifratura. Tunneling IPSEC. Virtual Private Network (VPN): definizione e caratteristiche distintive. Applicativi per VPN (OpenVPN).
12. Interconnessione ad Internet di reti IP non connesse
- Richiami al CIDR (Classless InterDomain Routing). Motivazioni per l’uso di classi IP non connesse/non annunciate. Protocolli di NAT e PAT: esempi di configurazione su apparati Cisco e su open router basati su Linux.
13. FIREWALL
- Architettura e di una “rete sicura”: concetto di DMZ. Caratteristiche dei firewall, problematiche derivanti dal loro impiego. Principali prodotti commerciali (Cisco PIIX) e di dominio pubblico. Esempi di configurazione.
14. Interfacciamento con ambienti basati su tecnologie Microsoft
- Utilizzo di sistemi Linux in un contesto di dominio basato su Active Directory Microsoft. Winbind e PAM: esempi di configurazione.
- Utilizzo di server Linux come Primary Domain Controller (PDC) mediante l’impiego di Samba e di server LDAP.

Titolo rilasciato
Attestato di frequenza e merito

 

Punti chiave

 

Sede Chiavari (Ge)
Durata 123 ore
Format on line 
Domande: entro l'11/11/2020
Iscrizioni: entro il 12/11/2020
Agevolazioni 
La frequenza del personale militare e civile della Difesa è gratuita

calendario

 

Inizio lezioni
23 novembre 2020

registrazione gratuita su Microsoft Teams 

contatti

 

Area Internazionalizzazione, Ricerca e Terza missione, Servizio rapporti con imprese e territorio - Settore Apprendimento permanente
Gestione iscrizioni
Ivana Tagliafico
master@formazione.unige.it

stellmit.png

RESTA IN CONTATTO CON NOI

Aggiornamenti e informazioni su corsi e master
in calendario e in programma

Chi Siamo

Curiamo e diamo supporto per la realizzazione di progetti di formazione permanente in coerenza con gli indirizzi strategici di Ateneo. Forniamo assistenza per lo sviluppo di una formazione di alto profilo, post lauream e di perfezionamento attraverso l'erogazione di Master universitari, Corsi di perfezionamento o formazione e a supporto del processo di rinnovamento della PA, delle Imprese, della Scuola e dell'Università.

Archivio

In questa sezione è possibile consultare i Master, i Corsi e i Progetti svolti negli ultimi anni dal settore Apprendimento Permanente.
Vai all'archivio

Contatti

Università degli Studi di Genova
Area Internazionalizzazione, ricerca e terza missione
Servizio Rapporti con imprese e territorio
Settore Apprendimento permanente
Piazza della Nunziata 2 16124 Genova
mail: perform@unige.it
P.IVA 00754150100
Copyright © 2018